Ma prima c’è Conte o Ferrara

MilanoAvanti così. Fino a fine stagione. Poi, chissà. Gli scenari sono vari e variopinti: il contratto di Ranieri scadrebbe nel 2010, ma è davvero difficile che resti anche se Blanc lo ha ufficialmente confermato non più tardi del 15 aprile scorso. Quindi: o Elkann non lo sapeva o altrimenti il suo atteggiamento di ieri fa rima con la parola «siluramento». Chi al posto dell'attuale tecnico, nel caso? Antonio Conte è il preferito dalla piazza e avrebbe dalla sua mille vittorie da giocatore e l'ormai certa promozione in serie A con il Bari. Contro di lui gioca l'inesperienza ai massimi livelli: se però il Barcellona si è affidato a Guardiola, altrettanto potrebbe fare la Juve con il suo ex centrocampista. Il quale non vede l'ora ma ha già detto chiaramente di non volere alcun tutor: leggasi Lippi, atteso nel 2010. Dopodiché, se la Juve davvero saluterà Ranieri, dovrà forse accantonare anche il progetto legato al ct a meno che di qui a qualche mese sulla panchina bianconera non sieda Ciro Ferrara: l'ex difensore, già vice di Lippi in nazionale, è il responsabile del settore giovanile bianconero e sarebbe l'unico ad accettare, a distanza di un anno e a prescindere, il futuro arrivo del ct campione del mondo. Tutti gli altri, da Conte a Spalletti e Gasperini - che restano comunque strade percorribili - direbbero «no grazie» a meno di un Lippi dirigente.
Capitolo giocatori: se sulla firma di Cannavaro ormai non ci sono più dubbi, va detto per esempio che Conte non stravede per Diego, con il quale la Juve starebbe invece per chiudere, preferendogli David Silva (Valencia). Con il 4-2-4 di Conte anche Guberti, stella del Bari, potrebbe sognare bianconero. Altri nomi caldi che girano, sono quelli di Asamoah e Quagliarella (Udinese), più Arda Turan, talentuoso centrocampista del Galatasaray, il solito Hamsik e Ribery. È chiaro poi che, in caso di vera rivoluzione, gli arrivi sarebbero proporzionati alle partenze: con la carta d'imbarco ci sono al momento Trezeguet (in Germania c'è chi ha annusato uno scambio con Toni), Tiago, Poulsen, magari Camoranesi e forse anche Buffon: dipenderà da quali offerte arriveranno.