«Ma c’era un’intesa per lasciarlo aperto»

È vero che c’era un accordo con la giunta Pillitteri nel 1989 perché non fosse sgomberato il Conchetta. L’associazione Cox che gestisce il centro lo aveva ricordato il giorno stesso dello sgombero e ora arriva la conferma dell’ex sindaco. «È vero - ha spiegato Paolo Pillitteri -. Noi dicevamo che i centri dove non girava droga e non si faceva casino dovevano occuparsi di quel ceto di giovani di protesta, assorbirli». All’epoca gli sgomberi li decideva il prefetto. Nel caso del Conchetta «ero d’accordo - ha confermato - che restasse lì. Quei ragazzi facevano così male? Anche noi non eravamo santi, non lo era neanche l’amico De Corato».