C’era una volta l’India della Vigo

Lunedì alle ore 19, presso lo Spazio Krizia (via Manin 19) verrà presentato il libro «C’era una volta in India» di Graziella Vigo. «Questo libro è una favola: la storia di un miracolo, della realizzazione di un progetto che non si poteva neanche immaginare e che invece è diventato realtà» afferma l’autrice. Una favola narrata attraverso le immagini che l’autrice, la giornalista fotografa Graziella Vigo, ha realizzato durante tredici anni di continui viaggi e di lunghe permanenze in India. Entrata a far parte della Ong Care&Share fin dall’inizio delle sue attività, quando l’associazione stava muovendo i primi passi nel campo dell’assistenza ai bambini indiani bisognosi, Graziella Vigo racconta, attraverso le sue fotografie, la grande avventura dell’associazione, che nella regione agricola dell’Andhra Pradesh - una delle zone più povere dell’India - è riuscita a creare, partendo da un prato, prima una scuola elementare per trecento bambini che ha resistito - unica costruzione in cemento armato - allo tsunami di tre anni fa, e poi un intero villaggio abitato oggi da ben settecento tra maschietti e bambine che non hanno più nessuno e che vengono dalla strada, sopravvissuti a storie incredibili di miseria, violenze e soprusi.