C’è l’emergenza rifiuti e il sindaco invoca i caccia dell’aviazione

Più che una richiesta, un ultimatum: o mi date un mucchio di soldi o mi mandate gli aerei da guerra. Così in una lettera spedita al ministro dell’Interno Roberto Maroni, al capo della Protezione civile Guido Bertolaso e ai presidenti di Regione e Provincia, un sindaco del Casertano, Antonio Scalzone (Pdl), lancia il suo Sos riportato ieri dal Corriere del Mezzogiorno. Nel mio Comune, Castel Volturno, spiega in sostanza il primo cittadino, ci sono 24mila residenti italiani e 14mila immigrati. Tutti, com’è naturale, producono rifiuti ma a pagare lo smaltimento sono solo gli italiani. E il Comune, sull’orlo del dissesto finanziario, non può più garantire i servizi di raccolta. Così ecco l’aut aut: «O il sostegno economico o, in alternativa, l’espulsione delle migliaia di clandestini mediante l’utilizzo di aerei militari presso l’aeroporto militare di Grazzanise».