C’è l’intesa, oggi riprende la consegna delle auto

da Milano

Le bisarche, ovvero i camion che trasportano le auto, ingranano la prima e ripartono. Trenta giorni è durata l’agitazione dei trasportatori. Trenta giorni che hanno portato molti disagi anche alla produzione Fiat negli stabilimenti di Melfi (Fiat Auto) e di Suzzara (Fiat Iveco). Si riempivano i piazzali delle fabbriche e si svuotavano quelli delle concessionarie dove si allungavano i tempi di ritiro delle auto nuove per i clienti. Ieri pomeriggio dopo sei intense ore di trattativa è stato raggiunto un accordo che da oggi consente la ripresa delle consegne delle automobili da parte dei bisarchisti. Lo ha comunicato il segretario generale di Trasportounito Maurizio Longo. «L’accordo, ha spiegato, è stato raggiunto con le aziende principali della committenza che sono Fratelli Elia e Ambrosetti che in totale hanno circa 300 mezzi. L’accordo prevede una revisione delle modalità contrattuali e delle condizioni di lavoro e l’adeguamento tariffario dei servizi del 5% dal primo giugno».