C’è un Milan mattatore anche fra le buche di Sanremo

Annaluisa Conti

Con l’affievolirsi dell’attività sui percorsi nazionali penalizzati dalla stagione autunnale, si apre la gran «season» di Sanremo che fino a tutto febbraio sarà primario polo di attrazione per i più accaniti golfisti. Le danze si sono aperte in quest’ultimo week end con le 36 buche del Bastone d’Oro e d’Argento. Subito si è messo in evidenza Enzo Milan, da anni mattatore nel club matuziano, vincendo nettamente il lordo con un ottimo 143 (in 68 ha girato le diciotto buche finali). Autoritario anche il successo di Riccardo Chieppa nel netto di prima categoria in 134.
Si è conclusa a Montecatini con la finale sotto la pioggia qualificazione del «Pinocchio sul green», venti gare svoltesi in tutta Italia che hanno mobilitato i giovanissimi under 14. Alla finale hanno preso parte i 60 ragazzi che avevano acquisito il diritto di parteciparvi, prova che hanno affrontato concentrati e con entusiasmo nonostante il terreno faticoso. Con 82 colpi si è laureato campione Umberto Ricca di Moncalieri tallonato da Luca Benedettini, Luca Pannone e Corrado Di Stefani, tutti in 83. Fra le ragazze si è imposta Beatrice Casella dei Girasoli con 90 colpi, precedendo Roberta Liti e Isabella Bongiorno.
Divertente alla Pinetina è stata la Coppa Francesca e Valeria, una louisiana per squadre di quattro giocatori, con l’affermazione dell’equipe «I mitici quattro» di Monticello formata da Roberto Gallavresi, Niccolò De Lucis, Elena Signorelli e l’undicenne Jacopo Martinenghi.