«Càpita», l’ultimo libro della Lagorio

Domani sera alle 21 allo Spazio Oberdan, viale Vittorio Veneto 2, incontro dedicato a Gina Lagorio, a pochi mesi dalla scomparsa, e presentazione del suo ultimo libro «Càpita», edito da Garzanti Libri. La serata è organizzata da Provincia di Milano-Settore cultura, in collaborazione con Garzanti Libri. Conduce Oliviero Ponte di Pino (direttore editoriale della Garzanti Libri) ed è prevista la partecipazione di Natalia Aspesi, Benedetta Centovalli, Luca Clerici, Nando dalla Chiesa, Fabio Fazio, Lella Ravasi, Cesare Rimini, Gianni Riotta e Fulvio Scaparro. Letture di Anna Nogara. Ingresso libero fino a esaurimento posti.
Il dolore, il corpo, la relazione con gli altri, l'istintivo attaccamento alla vita: sono questi i temi dell'ultimo libro di Gina Lagorio «Càpita», una riflessione incalzante sull'esistenza filtrata attraverso l'esperienza della malattia. In queste pagine, le due tonalità maggiori della narrativa di Gina Lagorio - il realismo e l'intimismo - diventano strumento di conoscenza di sé e del mondo. Un'infallibile capacità d'osservazione, un'impietosa analisi della propria carne e della propria anima, il dolore fisico che spinge a una lancinante meditazione, una scrittura sapiente, precisa, evocativa, un'ironia che evita ogni autocommiserazione, fanno di «Càpita» un libro forte, intenso, il bilancio spietato e poetico di una vita.