C’è Renga, tutto musica e famiglia

Il palco è illuminato da giochi di luci essenziali ma d’effetto, l’ambientazione è minimalista e teatrale, priva di fumi bianchi e giochi multicolore. È questa la scenografia in cui si muove il nuovo show musicale di Francesco Renga, questa sera al Gran Teatro ore 21, per la tappa capitolina del suo «Ferro e cartone tour». Una delle voci più belle e potenti della musica italiana, Renga, ex leader dei Timoria, è tornato dopo più di due anni dal successo di Camere con vista, album contenente Angelo brano vincitore del Festival di Sanremo 2005 dedicato al figlio al tempo appena nato. Renga proporrà live il suo nuovo disco Ferro e carton di cui fa parte il singolo Cambio direzione molto programmato nelle playlist dei network radiofonici. Un concerto-recital quello del cantante bresciano, con il quale interagirà la voce narrante fuori campo della moglie Ambra Angiolini, che leggerà alcuni brani tratti dal primo romanzo del cantautore Come mi viene - Vite di ferro e cartone (Feltrinelli).
Francesco Renga, dieci anni di carriera e quattro album, oggi canta le sue paure, i momenti dolorosi della vita, i «cambi di direzione», la memoria, l'abbandono ed il ritorno. La centralità del ruolo di compagno e padre si percepisce dai suoi testi ed è peraltro stato più volte dichiarato dallo stesso artista in varie occasioni. Una vera e propria dichiarazione d’amore, insomma, in chiave musicale nei confronti della sua famiglia.
La scaletta prevede ventuno brani per quasi due ore di musica suddivisi in due momenti: il primo dedicato alle nuove canzoni tratte dall’ultimo cd e il secondo dedicato ai brani che hanno segnato la carriera di Renga. Canzoni come Ci sarai, Tracce di te, Favole, Meravigliosa brani molto amati dai fan di Renga. Il tour, come peraltro l’ultimo album, è stato firmato dalla penna di Corrado Rustici, storico produttore della musica italiana che vanta nella sua scuderia di oggi e di ieri artisti del calibro di Zucchero, Renato Zero, Negramaro, Ligabue ed Elisa. Molto attivo anche nel campo della solidarietà, Francesco Renga ha recentemente aderito al progetto «BIRIMA», al fianco di altri artisti come Youssou N’Dour, Irene Grandi e Patty Smith. Con loro il cantante lombardo ha inciso un disco per sostenere la costituzione di una banca che concederà prestiti a tassi agevolati ai cittadini africani in difficoltà.
Sul palco del Gran Teatro di Tor di Quinto Renga sarà accompagnato da Stefano Brandoni (chitarra), Luca Visigalli (basso), Giorgio Secco (chitarra), Diego Corradin (batteria), Vincenzo Messina (tastiere) e Luca Chiaravalli (effetti elettronici pro tools).