C. Zanetti verso la Juve Inter: non per Tacchinardi

Luciano Moggi va a prendere un caffè da Massimo Moratti e scatta la contraerea. Stavolta che fregatura vuol propinargli? Ieri pomeriggio il centro di Milano era tutto un pullulare di attenzioni e sussurri. Ed allora, sul far della sera, Moratti ha tranquillizzato tutti: «Solo una visita di cortesia». Ed ha rassicurato chi teme un affare che contempli lo scambio Cristiano Zanetti-Tacchinardi. «Impossibile cedere Zanetti. Non c’è materiale per fare altre operazioni». Ma Moratti bluffò anche prima di disfarsi di Vieri. E davanti a chi gli ha chiesto se era interessato a Zambrotta o Camoranesi, ha replicato: «Ma quanti giocatori dobbiamo prendere?». Discordante la tesi di Moggi che ha ammesso l’interesse per lo scambio. Ed è possibile che si faccia: Zanetti è in scadenza di contratto, l’anno prossimo andrebbe alla Juve comunque, a parametro zero. Il dg bianconero ha appena venduto Appiah al Fenerbahce (8 milioni) e sta per inviare Miccoli al Palermo. Una seconda ipotesi portava al prestito all’Inter del piccolo attaccante, ma Moggi ha fatto intendere che andrà in Sicilia, dopo che il tifo bianconero ha segnalato malumore contro di lui.
L’Inter ha definito il passaggio di Stephan Dalmat al Racing Santander e ora potrebbe definire la lunga operazione Figo. Oggi arrivano a Milano gli agenti che lavorano per il Real. E Moratti ha confermato indirettamente, parlando anche di Samuel: «Potremmo fare qualcosa in questi giorni. Ma non sono cose gratis, quindi non c’è l’ottimismo economico. Quello sportivo sì, perchè vogliamo fare le operazioni». Non resta che attendere.\