La Cabello madrina «di ripiego» per spingere il pullman ProXPro

Presentato il tour per informare sulla «città metropolitana». E quest’anno arriva anche un camion per show e concerti

Matthias Pfaender

«Vista la preponderante presenza maschile nella sala, pensavo si stesse presentando un calendario. Dopo Albertini in mutande e la Pivetti in hot pants, mi aspettavo almeno un Penati nudo». Così Victoria Cabello, volto noto del canale musicale Mtv, rivolta al presidente della Provincia di Milano Filippo Penati, durante la presentazione - ieri mattina a Palazzo Isimbardi - della seconda edizione di «ProXPro». L’iniziativa, che prevede il tour attraverso diciotto comuni dell’hinterland di un pullman contenente un’installazione audiovisiva, è stata ideata dalla Provincia come strumento per diffondere tra i cittadini il progetto «Città Metropolitana». «Una istituzione del tutto nuova, la prima in Italia - ha spiegato Penati -. La provincia dovrà scomparire, si rafforzerà il potere dei sindaci mentre in capo alla futura città metropolitana ci sarà un organo con responsabilità su grandi temi come mobilità, traffico, ambiente e le politiche per l’immigrazione».
La Cabello ha improvvisato un’intervista scherzosa a Penati, che, dopo essersi prestato sportivamente alla piccola presa in giro, ha illustrato lo scopo dell’evento: «“ProXPro” è un’iniziativa tra il ludico e il serio per mantenere saldi i rapporti con i cittadini dell’area milanese. Per continuare il dialogo iniziato lo scorso anno e sensibilizzare chi rimane in città in estate rispetto alle cose che la Provincia sta facendo».
Ottimo. Se quando Victoria ha domandato a Penati: «Ma questa è una foto di quando ancora ti tingevi i capelli?», si è percepita appieno la componente ludica dell’evento, qualche perplessità sorge riguardo all’aspetto più serio. Forse è riferito al fatto che la società Itc Eventi e Comunicazione, detentrice dei diritti di immagine della presentatrice tv, ha ricevuto dalla Provincia, così come è riportato nella «Determinazione dirigenziale» firmata da Franco Maggi, direttore del Settore Comunicazione di Palazzo Isimbardi, un assegno circolare che ammonta a poco più di 15mila euro per far presenziare la loro cliente a una conferenza stampa di neanche un’ora? O alludeva al triste fatto che, per motivi di budget, si è dovuti ripiegare sulla Cabello dopo che altri personaggi televisivi si erano rivelati troppo costosi? In fondo si potevano anche sborsare i 40mila o 22mila euro che la società Sircana&Partners chiedeva per Luciana Littizzetto o per Enrico Bertolino. Considerato quindi che poteva comunque andare peggio per le tasche dei contribuenti meneghini, torniamo all’evento, il vero protagonista della mattinata di ieri nella Sala Affreschi di Palazzo Isimbardi. Nella campagna «ProXPro» il pullman informativo sarà affiancato dal “camion delle sorprese”, un autotreno che nei fine settimana si trasformerà in palcoscenico per ospitare spettacoli e concerti. Tra gli artisti: Camaleonti, Dik Dik e Formula 3, e spettacoli comici degli attori di Zelig e di Colorado Caffè Live. Solo pensare a quanto possano essere costati, fa paura.