Una cabinovia antitraffico alla Magliana

L'idea è suggestiva. Una cabinovia in città, alla Magliana, destinata a facilitare i collegamenti fra via dell’Impruneta e la stazione Magliana della linea B della metropolitana e della Roma-Lido. Ma appunto, per ora, è solo un’idea. Anche se ieri il sindaco, assieme all’assessore capitolino alla Mobilità, Mauro Calamante l’hanno presentata come se fosse cosa fatta. In realtà non si è ancora riunita la conferenza di servizi, che ha il compito di esaminare il progetto e di verificarne la fattibilità. Ma Calamante assicura che in quella sede non ci saranno problemi. Entro i primi mesi del 2008, se davvero la conferenza di servizi darà il via libera, si potrà procedere alla gara d’appalto. L’obiettivo è di arrivare a vedere realizzata l’opera entro la metà del 2009. Il progetto prevede un costo di circa 12 milioni di euro, interamente finanziato dal Campidoglio, e un tracciato di 650 metri che sorvolerà l’area a ridosso dei due argini del Tevere con un tempo di percorrenza di poco più di due minuti. Saranno 32 cabine da otto posti ciascuna, alle quali sarà possibile accedere ogni 10 secondi, con una capacità di trasporto di circa 4mila passeggeri all’ora. Il Campidoglio punta soprattutto ad alleggerire il traffico, permettendo ai 30mila residenti della zona interessata dalla nuova infrastruttura di avere una valida alternativa all’uso della macchina. Ma anche altri sono i vantaggi del sistema, progettato da RomaMetropolitane: fra questi, la riduzione dell’inquinamento acustico, atmosferico e dell’uso del suolo e costi di realizzazione minori rispetto ad altri mezzi di trasporto pubblico. Inoltre la cabinovia, che avrà il costo di un biglietto dell’autobus o della metro, potrà essere smontata e riutilizzata in altra sede. «È una delle iniziative che realizzeremo con i poteri speciali del sindaco - dice Veltroni - ed è la prima di una serie che faremo utilizzando questa tecnologia soprattutto su altri attraversamenti del fiume». Uno dei tragitti che potrebbero essere interessati dalla costruzione di una cabinovia è quello da piazza della Balduina a piazzale Clodio. «Ma per ora - puntualizzano dal Comune - non esistono progetti in questo senso, si parla di ragionamenti». Le idee, invece, sono un’altra cosa.