Caccia ai milanesi «baciati» dalla Dea bendata

Questa volta, i milanesi hanno dovuto accontentarsi. Niente premi supermilionari sotto la Madonnina, la dea bendata ha destinato al capoluogo «solo» premi di terza e quarta categoria. Ma trattasi sempre di tanti danè, nessuno avrà a lamentarsene. Nel giorno della Befana la Lotteria Italia ha riservato un’ottima sorpresa, ad esempio, al misterioso automobilista che ha acquistato un biglietto all’Autogrill di Lainate, sull’autostrada Milano-Laghi: tentare la fortuna gli è valso la bellezza di un premio da cinquantamila euro (biglietto serie Q numero 260682). Una somma identica va a chi ha comprato un biglietto (serie S numero 877677) a Sesto San Giovanni (in provincia di Milano), esattamente in via Modena 15 e uno a Carate Brianza (serie Q numero 713839), in via Don Costante Mattavelli 3.
La dea bendata ha baciato altri fortunati milanesi con alcuni dei 94 premi di quarta categoria, quelli cioè da ventimila euro ciascuno. Uno è stato acquistato in via Ugo Foscolo 1 (serie F numero 953512), uno in viale Romagna 2 (serie I numero 326463), uno in via Crema 4 (serie S numero 825912) e in via Gentilino 15 (serie I numero 020008). Due sono stati venduti invece in stazione Centrale a qualche fortunato «di passaggio» (serie B numero 073351 e serie V numero 438435) mentre un altro biglietto da 20mila euro (serie M numero 176689) è stato acquistato all’autogrill di Caponago (Milano) lungo la A4 Brescia-Milano.