Caccia all’affare, il via tra attese e polemiche

E venne anche a Roma il giorno dei saldi. Che partiranno oggi, in ritardo di una settimana rispetto ad altre grandi città. Ma, garantisce Walter Giammaria, segretario generale di Confesercenti Roma, «con una percentuale di sconto superiore alle altre stagioni. Già da oggi si potranno trovare prezzi “in saldo” già a partire dal 25-30 per cento e fino al 50». E mentre infuriano le polemiche per gli scarsi controlli, che hanno permesso anticipi camuffati, da più parti arrivano consigli e decaloghi antitruffa per i consumatori. Che si possono condensare così: usate il buon senso. Per l’assessore regionale Francesco De Angelis però qualcosa va cambiato: «Nel periodo dei saldi, gli acquisti dei cittadini del Lazio per abbigliamento e calzature costituiscono in media il 45 per cento della spesa annuale, con punte che, nella città di Roma, toccano anche il 60. Per questo, siamo convinti del fatto che i saldi vadano rafforzati, adottando una nuova normativa, insieme a categorie e consumatori che qualifichi l’evento ed introduca un sistema sanzionatorio più rigoroso ed efficiente. Ma servono controlli».