Caccia al diario e al computer Perquisita la casa di Parolisi

Uno zainetto tattico, un sacco di plastica con indumenti e un plaid da pic nic, altri oggetti che i cronisti in attesa non hanno potuto vedere. È durata circa tre ore, dalle 15:30 alle 18:30, la perquisizione fatta ieri pomeriggio dai carabinieri nell’abitazione di Folignano dove Salvatore Parolisi abitava con la moglie Melania e la figlioletta Vittoria. I militari se ne sono andati via con un «bottino» che dovrebbe aggiungere altri tasselli a un’inchiesta complicata. La perquisizione è stata molto più approfondita di quella fatta nell’immediatezza della scomparsa di Melania. Questa volta i militari cercavano materiale informatico, forse una chiavetta Usb, un pc e scritti e appunti di Melania. Due i computer già sequestrati: uno fisso e il portatile di Salvatore, da lui consegnato solo alcuni giorni fa.