Caccia grossa in Polonia, nel mirino anche i Poleijstonik

CRACOVIA 29 marzo 2050. Apre domani, in Polonia, la stagione della caccia, che proseguirà fino al termine dell’estate. Nelle 24 riserve del Paese sono già stati collocati da un paio di settimane oltre 5mila Bersagli Mobili che finiranno nel mirino di circa 100mila Giustizieri. Le novità rispetto agli anni scorsi sono due. Anzitutto i Bersagli Mobili provengono da nazioni non soltanto del Primo, ma anche del Secondo Impero. In secondo luogo i Giustizieri potranno disporre delle loro prede per tre mesi e non più per uno solo. «Il grande successo ottenuto negli anni scorsi - ha detto Vinicius Taremian, sovrintendente alla Giustizia di Cracovia - ci ha indotto a dare una dimensione davvero internazionale alla caccia, responsabilizzando ancor di più i Giustizieri nel loro ruolo di educatori delle prede».
Fra i Bersagli Mobili messi a dimora nelle riserve polacche figurano anche notissimi fuorilegge, come i sette fratelli cileni Poleijstonik, protagonisti, nel 2040, della rapina ai Laboratori «Old World» di Graz, e la strega senegalese Magda Olembeye, che nel 2047 truffò e depredò non meno di trenta persone nei sobborghi di San Diego, in California. Ricordiamo che tutti i BM, in Polonia, sono forniti di giubbetto e casco antiproiettile, e che quindi nessuno di loro potrà essere soppresso dai Giustizieri, ma soltanto subire ferite non letali.