Caccia alla lepre: Linate chiude per tre ore

Tra uno sciopero e l’altro mancava solo l’allarme lepri. E a Linate è arrivato, per colpa di una prolifica famiglia di animaletti che ha trasformato i campi intorno all’aeroporto in una pista da corsa. Così domenica prossima Linate rimarrà chiuso dalle cinque alle otto del mattino per consentire una caccia alla lepre. Incruenta, giurano gli organizzatori, forse per non incorrere nelle ire dei Verdi. I leprotti sono parecchie decine (ottanta secondo le prime stime) e, nonostante i languori disneyani, minacciano la sicurezza degli aerei che partono e atterrano quotidianamente da Linate, perché invadono le piste e mandano in tilt i radar. La Sea, la società che gestisce l’aeroporto, ha chiesto alla Provincia di poter chiudere lo scalo milanese e ha organizzato per domenica 17 giugno dalle 5 alle 8 la cattura (senza doppiette) degli animali. Come racconta l’assessore alla sicurezza, Alberto Grancini, «negli ultimi 15 giorni due lepri sono finite sotto le ruote di due piccoli velivoli da turismo». La caccia è aperta.