Caccia in mare per 40 miglia: catturato barcone

da Agrigento

A bordo c'erano 80 clandestini, altri 93 probabilmente erano riusciti a raggiungere la costa gettandosi in mare prima che il peschereccio libico Annwar effettuasse una manovra repentina per sfuggire al controllo di una motovedetta della Guardia costiera che aveva raccolto la segnalazione di un cittadino poco dopo la mezzanotte. Il peschereccio è stato bloccato solo all'alba da due unità della Guardia di finanza dopo un lungo inseguimento terminato a circa 40 miglia dalla costa di Porto Empedocle. L'operazione condotta dalle Fiamme gialle, con l'ausilio di un elicottero, ha portato all'arresto di otto presunti scafisti. Secondo gli investigatori potrebbe essere una «nave madre» con il compito di trasportare clandestini nelle vicinanze delle coste siciliane e poi trasbordarli su gommoni con motore fuoribordo per condurli a riva.