Caccia, al via la nuova stagione

Al via oggi la prima giornata di «preapertura» della stagione venatoria nel Lazio. La caccia sarà consentita alle sole specie della tortora, della cornacchia grigia, della ghiandaia e della gazza. Prevista, invece, per domenica prossima anche una seconda giornata. La stagione vera e propria, limitatamente alle specie consentite, inizierà invece il 21 settembre e si concluderà il 31 gennaio 2009. «È pronta la delibera di autorizzazione al prelievo in deroga dello storno - spiega Daniela Valentini, assessore regionale all’Agricoltura - che verrà approvata in giunta nelle prossime settimane». Per l’intera stagione venatoria la caccia sarà consentita tre giorni alla settimana.
Firmati anche gli accordi di interscambio dei cacciatori con Umbria e Marche. «Un accordo - aggiunge la Valentini - finalizzato a un’equilibrata distribuzione dei cacciatori, e che guarda al principio di reciprocità con le altre regioni». Il patto con la Regione Umbria prevede l’ammissione negli “ambiti territoriali di caccia”(detti Atc), di un numero di cacciatori non residenti pari al 6 per cento dei posti disponibili per tutte le forme di caccia consentite, e al 4 per cento per la caccia alla selvaggina migratoria. Quello con la Regione Marche stabilisce invece l’ingresso di 300 cacciatori residenti nel Lazio che potranno essere iscritti negli Atc marchigiani. I cacciatori del Lazio che richiedono la residenza venatoria negli Atc di Umbria e Marche possono esercitare la caccia di tutte le specie fissate dalle regioni ospitanti dal primo giorno della stagione venatoria. Il nuovo calendario venatorio del Lazio è consultabile anche sul sito dell’Assessorato regionale all’agricoltura: www.agricoltura.regione.lazio.it.