A caccia di un socio per l’offerta ostile

Pinault

Il miliardario francese François Pinault è in cerca di partner esteri per lanciare un’offerta ostile su Suez. Lo rivelano fonti vicine al finanziere transalpino, dopo che l’Amf, la Consob francese, ha fissato a Pinault al 2 febbraio la scadenza per dichiarare le sue intenzioni e lanciare un’eventuale Opa. L’Enel, da tempo interessata a Suez e soprattutto alla società elettrica belga Electrabel, da ottobre si è tirata fuori dalla contesa e, a quanto si apprende, non ha nessuna intenzione di essere tirata ancora in ballo. Le fonti vicine a Pinault chiariscono che l’ultimatum dell’Amf ha trasformato l’eventuale progetto di offerta amichevole, nella ricerca di un partner straniero per avanzare un’offerta ostile, in grado di contrastare l’annunciata fusione di Suez con Gaz de France. Suez progetta di fondersi con la statale Gaz de France, operazione appoggiata dal governo, per scongiurare eventuali offerte ostili.