Cacciari, che barba i piccioni!

Non saranno fastidiosi come l’acqua alta, ma i suoi veneziani stanno cominciando a far imbizzarrire il sindaco Massimo Cacciari. Prima le critiche sulla costruzione del campo sinti, che ieri lo hanno fatto sbraitare: «Andrò a realizzarlo io, questo campo! Non ho bisogno di aiuto». Poi, il primo cittadino della Serenissima è stato chiacchierato per aver fatto da testimonial all’acqua dei rubinetti, «l’acqua del sindaco». E come se non bastasse, a rompergli l’anima si son messi anche gli animalisti, che ieri a San Marco hanno affisso un enorme striscione: «Venezia senza piccioni è come Cacciari senza barba». Lui, il sindaco, avrà sbuffato: «Che barba, ci mancavano solo i protettori dei colombi...».