Cacciari lancia il «lumbard» Martina

Lui ha detto che non voterebbe mai se stesso. Lui è Massimo Cacciari (nella foto) a proposito di un sondaggio aperto da Affaritaliani.it sul futuro segretario del Pd. Ebbene il sindaco di Venezia, tra i più gettonati con Franceschini, Bersani e la Finocchiaro, lancia un outsider con il pretesto, o meglio la constatazione che è finita un’epoca. «Credo che sia necessario un cambio generazionale e una persona che abbia veramente intenzione di dedicarsi a tempo non pieno ma stra-pieno all'azione politica. Io sono impegnabile soltanto in un'attività di formazione all'interno del partito. Matteo Renzi? Mmm, chiacchiera troppo. Tra i giovani segretari regionali il mio preferito è il lombardo Maurizio Martina. Si muove molto bene».