Cacciato don Sante, prete che voleva una fidanzata

Don Sante Sguotti, parroco di Monterosso, non potrà più esercitare le funzioni sacerdotali. Per lui niente messe, né confessioni. Lo ha stabilito il vescovo di Padova dopo una lunga polemica con il sacerdote, che aveva chiesto una dispensa per fidanzarsi

Padova - A mettere un punto alla storia del prete innamorato, che vuole fidanzarsi e rivendica il matrimonio per i sacerdoti, è stato oggi il vescovo di Padova. Monsignore Antonio Mattiazzo ha emesso il decreto di rimozione nei confronti di don Sante Sguotti. Il parroco di Monterosso è stato rimosso dal proprio ufficio e in base al provvedimento, il prete che ha dichiarato più volte e pubblicamente il proprio amore per una donna non potrà più esercitare le funzioni di parrocchiali e ha l'obbligo di lasciare quanto prima (non oltre il 13 ottobre) la parrocchia. Al sacerdote è stata inoltre revocata la facoltà di udire le confessioni e pertanto non può impartire validamente l’assoluzione sacramentale. Amministratore parrocchiale della parrocchia di San Bartolomeo di Monterosso è stato nominato don Giovanni Brusegan, delegato vescovile per l’ecumenismo e la cultura.