Cadavere in spiaggia: è un polacco annegato

Potrebbe essere la prima vittima del maltempo che si è abbattuta sulla nostra regione. Il cadavere di un polacco, Andrea Babak di 28 anni, è stato ritrovato ieri mattina sulla spiaggia di Campo Ascolano a Torvajanica, all’altezza dell’incrocio con via del Lago Maggiore, nel territorio del comune di Pomezia. Il corpo, che aveva addosso un paio di pantaloni marroni e scarponcini anfibi, non riportava alcun segno di violenza. Per questo gli inquirenti pensano che possa essere stata la corrente del mare, durante la notte, ad aver trascinato il corpo fino alla spiaggia di Campo Ascolano. L’identificazione del cadavere è avvenuta soltanto nel pomeriggio di ieri. I carabinieri della Compagnia di Pomezia che hanno condotto le indagini sono riusciti a risalire all’identità di Babek grazie a un foglio di dimissioni ospedaliere che il giovane aveva in tasca. Il polacco era stato ricoverato alcuni giorni fa all’Ospedale Santo Spirito per alcolismo. Si attendono gli esiti dell’autopsia.