Cade un aereo Nato: morti 14 britannici

Kabul. Quattordici soldati britannici sono morti in un aereo militare della Nato che si è schiantato ieri al suolo nel sud dell'Afghanistan, vicino a Kandahar. Lo ha confermato nel tardo pomeriggio il ministero della Difesa britannico a Londra.
La tragedia, secondo fonti della Nato, è stata accidentale e dovuta «a cause meccaniche».
«Si è trattato di problemi tecnici, il nemico non ne è responsabile», ha sottolineato il comandante Quentin Innis, portavoce dell'Isaf, smentendo una rivendicazione fatta dai guerriglieri talebani. Mancano ancora, tuttavia, ulteriori dettagli.
Le vittime sono 12 avieri della Raf, un fuciliere della marina e un soldato di fanteria. Si tratta della perdita più pesante per la Gran Bretagna in un singolo episodio. L'aereo, che non era un jet da combattimento - secondo fonti citate dalla Bbc - è precipitato 20 km a ovest di Kandahar.
«È una notizia spaventosa e scioccante», ha dichiarato a Londra il ministro della Difesa Des Browne, aggiungendo che non è il momento di fare ipotesi, visto che «l'operazione per garantire la sicurezza del luogo dell'impatto è ancora in corso».