Cade un lampioncino: insegnante ferita alla stazione Tiburtina

Una donna in attesa del treno sulla banchina del binario 2 è stata colpita ieri mattina attorno alle 7,30 alla stazione Tiburtina dall’improvvisa caduta di un lampioncino della luce, già danneggiato da atti di vandalismo. La donna, un’italiana di 40 anni, è stata subito soccorsa e portata al pronto soccorso dell’ospedale Sandro Pertini, in «codice giallo».
«Mia moglie Manuela - racconta Giuseppe, il marito della donna ferita - è un’insegnante e ogni mattina alle 7,30 prende il treno che dalla stazione Tiburtina la porta sulla Tuscolana dove lavora». La donna, secondo quanto riferito dal marito, «ha dei punti di sutura in testa e dolori in tutto il corpo». In base ad una prima ricostruzione, il lampioncino sarebbe caduto perchè danneggiato da atti di vandalismo. Secondo la polizia ferroviaria potrebbe trattarsi un «danneggiamento causato da infiltrazioni d’acqua».
Sull’incidente è intervenuto anche il sindaco di Roma Gianni Alemanno, che non appena appresa la notizia ha incaricato l’assessore alla Mobilità, Sergio Marchi, di richiedere alle Ferrovie dello Stato spiegazioni in merito all’accaduto, anche in considerazione della conferenza stampa di presentazione dei lavori per la nuova Tangenziale Est, prevista proprio ieri e della quale riferiamo in altra parte del giornale.