Cadute e feriti, Sala scivola sul ghiaccio

Il centrodestra: «Pochi mezzi e sale in ritardo». Il Comune: «Interventi già nella notte»

Nonostante i mezzi spargisale siano entrati in azione nella notte tra giovedì e venerdì, ieri mattina le strade della città erano ridotte a delle piste da ghiaccio. Nella prima parte della giornata si è registrato il record di richieste interventi del 118, oltre duemila, per le cadute di ciclisti e pedoni. Un disagio che si poteva evitare visto l'anticipo con il cui i bollettini meteo avevano dato la notizia. «Nonostante l'allerta neve e il preannunciato pericolo ghiaccio, Milano ieri mattina sembra una grande pista di pattinaggio» attacca il vicecapogruppo di Forza Italia Alessandro de Chirico. L'ex vicesindaco Riccardo de Corato (FdI) contesta le misure: «Settanta mezzi per Milano sono ridicoli».