Tra caffè e brioche nasce un’accademia di teatro e danza

Vado a bere un caffè... e il bar diventa un punto d’incontro, di dialogo e scambio di idee. È così che nel 2004 è nata «Lucky Actors Milano», società di progettazione artistica e creativa. E lo prova il fatto che la sede di via Monte Grappa 18 non è altro che un normalissimo bar tabacchi, uno di quelli dove al mattino si va a bere il caffè o a comprare le sigarette.
L’idea è germogliata dall’incontro casuale tra Mario Lops, proprietario del locale, e Francesco Malcangio, esperto di formazione professionale nel campo del teatro-danza e art director di progetti culturali. Nel progetto sono stati poi coinvolti altri professionisti e artisti attivi nei settori della produzione e distribuzione teatrale, della ricerca scientifica nelle arti performative e visive e dell’organizzazione di eventi. Il risultato è una società che si propone di trovare, proporre e coltivare spunti innovativi derivanti dalla contaminazione tra tutti i linguaggi espressivi.
E non si pensi ad una realtà improvvisata, perché già il primo progetto in produzione è di tutto rispetto. Si tratta di «Grand jetè - Il salto più alto», un premio giovanile di 2000 euro per la coreografia e l’azione teatrale più innovative, cui potranno partecipare i giovani tra i 16 e i 29 anni che esercitino la loro attività artistica in Lombardia e presentino la domanda di ammissione entro il 30 aprile (per il bando o informazioni: www.gj2007.splinder.com oppure 339/2326159).
Punto forte della competizione sarà la serata di gala del 25 maggio, che si terrà presso il prestigioso teatro Ventaglio Smeraldo e sarà aperta al pubblico. Per cominciare, ad accogliere gli spettatori ci sarà un foyer allestito da Beppe Iavicoli e Giulio Braga di «Tortuga - Covo Creativo», ideatori di «Puzzle4peace», iniziativa che mira a entrare nel guinness dei primati per aver realizzato il puzzle più esteso del mondo. Seguirà la gara vera e propria tra i finalisti (scelti dalla direzione artistica), aperta da una cinecoreografia ideata da Francesco Malcangio e presentata attraverso immagini e filmati. Sarà poi una giuria di esperti a scegliere e premiare le due proposte più innovative, prima di concludere l’appuntamento con una grande festa.
L’intenzione degli organizzatori è quella di offrire alle decine di realtà formative che operano isolatamente nella Regione la rara opportunità d’incontrarsi all’interno di un progetto comune, favorendo allo stesso tempo lo sviluppo e la diffusione di idee innovative e originali. Così com’è stata decisamente originale la nascita della Lucky Actors. Dal bar al teatro: pochi passi per una grande, grandissima, conquista.