Un caffè nero per ricucire il dialogo con gli azzurri

Caffè nero, di quello buono, in confezione rigorosamente azzurra: lo promette il neocoordinatore metropolitano di Forza Italia a Genova, Roberto Cassinelli, che s’è messo in testa di abbattere quello steccato invisibile «che dicono esista fra il partito e la gente». Per questo, Cassinelli sta impegnando anima e corpo nell’incarico, e ne studia una più del Cavaliere. Come questa iniziativa del «Venga a prendere il caffè da noi» che si inaugura domani, alle 17 e 30, al Balilla di via Cesarea, e promette di diventare un appuntamento fisso, due, tre volte alla settimana: «L’atmosfera assolutamente informale - spiega - consentirà di incontrare simpatizzanti e iscritti e parlare con loro in piena libertà. Una quarantina di persone per volta, in modo da ascoltarne, alla fine, un migliaio». L’obiettivo è chiaro: ricucire i rapporti, che si sono un po’ tanto raffreddati, con i cittadini. «Prenderemo nota di suggerimenti e critiche. Con me - insiste il coordinatore metropolitano -, ci saranno consiglieri comunali, provinciali e regionali, dirigenti di partito, parlamentari ed esponenti del governo. Porte aperte a tutti, in nome del dialogo con la «base». Chi vuole, si presenta al Balilla: «Non ci saranno convocazioni ufficiali - spiega Cassinelli -, contiamo sul passa parola. Metteremo sempre a disposizione un caffè e quattro chiacchiere». Porte aperte, nel frattempo, anche nella sede metropolitana di Forza Italia in viale Brigata Bisagno 2, da lunedì a venerdì (orario 9-12 e 15-19) e sabato dalle 9 alle 12. Tutto grazie all’impegno di volontari coordinati da Germano Benti. Anche senza caffè, ma con tanta voglia di impegnarsi per la città e per il Paese.