Il caffè teme l’Uganda

Il rally delle quotazioni del caffè robusta, più 48% in dodici mesi, potrebbe essere arrivato al capolinea. Infatti, l'Uganda, il maggiore esportatore africano di robusta, si prepara ad aumentare l'offerta di prodotto di circa il 20% rispetto allo scorso anno. Così, i prezzi hanno ceduto circa un punto percentuale riportandosi sotto i 1460 dollari per tonnellata. Sempre deboli sia l'oro (quotato al fixing 575,9 dollari l’oncia), sia il petrolio. Realizzi anche su nickel.