Alla Caffarella una fiaccolata per protestare contro il degrado

Donatella Palmieri

Il parco regionale della Caffarella sull’Appia Antica, colpisce chi lo visita non solo per il fascino ambientale delle sue bellezze archeologiche, ma anche per la presenza ormai stabile di numerosi insediamenti di immigrati con tutte le conseguenze negative che hanno comportato: l’incendio del gazebo del comitato protezione della Caffarella, furti nelle zone adiacenti in danno di negozi, abitazioni e autoveicoli. Un ulteriore degrado è causato da discariche a cielo aperto di rifiuti maleodoranti. A questi gravi problemi si è aggiunta la piaga della prostituzione che si svolge apertamente nelle zone circostanti il parco, dilagando senza remore assieme al diffondersi del consumo e spaccio di droga. Tutto questo è causato dalla mancanza di un adeguato controllo e manutenzione igienica nel parco, di totale carenza di cestini porta rifiuti, di assenza di un’area adibita a parco giochi per bambini, da un’illuminazione pubblica del tutto insufficiente.
Per far conoscere così a chi di dovere la gravissima condizione in cui si trova il parco della Caffarella, il consigliere del IX municipio Giordano Tredicine di Forza Italia ha organizzato per il 14 dicembre una fiaccolata notturna con arrivo al Teatro Orione, in via Tortona, per dare voce alle proteste dei cittadini del IX municipio che vogliono poter fruire di un’area di incalcolabile valore naturalistico ed ambientale. Con questa iniziativa il consigliere Tredicine intende sollecitare il sindaco ed il prefetto di Roma perché provvedano a salvaguardare un patrimonio di rilevante importanza ambientale con la creazione di un centro stabile di sorveglianza del parco e l’attivazione di pattuglie di polizia per la prevenzione e la repressione di attività criminose.