Cafu non ce la fa Pirlo è stanco

MILAN

5.5 KALAC. Spaesato nell’azione del gol ma non si tratta del colpevole principale.
4.5 CAFU. È il caso di prendere atto della realtà: non ce la fa più a sbuffare sul binario e si accomoda all’intervallo. Dal 1’ st ODDO 6. È un’altra musica, anche se la precisione non è il massimo della vita.
5.5 BONERA. Sbaglia, a volte, nel far ripartire l’azione, che non è poi il suo mestiere. Dietro collabora a chiudere varchi.
5 KALADZE. Tutte le volte che si innervosisce, si infortuna. Gli succede dopo aver aperto qualche valico di troppo ai siciliani. Dall’8 st NESTA 6. Entra a freddo, cerca di dare una mano in attacco.
5.5 FAVALLI. Alla sua venerabile età, non chiude su Martinez. Nella ripresa va avanti e rimedia col cross che procura il rigore.
6.5 GATTUSO. Uno dei pochi scogli su cui si infrange il Catania: senza la sua opposizione, i sodali andrebbero alla deriva.
5 PIRLO. Timbra un’altra traversa ma è l’unica nota lieta di un concerto in do minore: è stanco. Fatelo riposare, diamine.
5 AMBROSINI. Non è la sua partita, chiude la frazione servendo una palla d’oro a Inzaghi. Dal 1’ st GILARDINO 5. Questa volta niente processi: neanche una palla utile.
6 SEEDORF. Cuce, ricama, dribbla, dialoga solo con Kakà ma non trova il bandolo di una matassa.
6.5 KAKÀ. Partita numero 200 in rossonero e 4° sigillo in campionato. Ma non basta a modificare il corso degli eventi. Tira solo lui, in porta.
5 INZAGHI. Sbaglia un gol fatto alla Gilardino, davanti alla porta: non gli capita nient’altro di buono.
5 All. ANCELOTTI. Problemi di rosa, di schieramento e di condizione fisica.

CATANIA

6 POLITO. Una sola parata su Kakà: gli va di lusso.

6 SARDO. Mette fisico e attenzione al servizio della squadra.
6.5 STOVINI. Non concede a Pippo né spazio né appoggio.
6.5 TERLIZZI. Di testa le prende tutte lui e toglie castagne dal fuoco.
6.5 VARGAS. Il suo sinistro è capace di trovare chiunque a 35 metri.
6 IZCO.Se si applica e se lotta, allora il rendimento è buono.
6 EDUSEI.Punito per un «mani» involontario, non si deprime mai.
5.5 BIAGIANTI. Poco si vede, poco incide, poco collabora.
6.5 MARTINEZ. Gli basta incorniciare il gol a San Siro. Dal 21’ st SABATO sv.
7 MASCARA. Il migliore dei suoi: tiene palla, lancia, promuove l’azione del vantaggio.
6 SPINESI. Trova Martinez sull’altro palo con giustezza.
7 All. ATZORI. Partita preparata bene da Baldini.
5 Arbitro GERVASONI. Due falli involontari trattati allo stesso modo: toglie un gol buono, inventa un rigore, due errori.