Cagliari all’ultimo assalto evita la beffa col Chievo

Andrea Frigo

da Cagliari

Al Sant'Elia succede tutto nei palpitanti minuti finali. Il Cagliari, in dieci, conserva il vantaggio sino a cinque minuti dalla fine, si fa rimontare dal micidiale uno-due del Chievo, ma poi trova la forza di rialzarsi e con un guizzo di Gobbi pareggia all'ultimo giro di cronometro. Il Chievo parte bene, ma è il Cagliari a passare, al 32', con Suazo (13° gol) che sfrutta un'indecisione di D'Anna e trafigge Fontana. Due minuti prima, proteste (legittime) dei veronesi per un dubbio fuorigioco fischiato a Pellissier. Nella ripresa la gara s'accende e regala emozioni continue. I sardi restano in dieci (fuori Bega per doppia ammonizione) ma resistono. Pillon tenta il tutto per tutto: dentro Obinna e Tiribocchi. Il Chievo preme e va in gol all'85’ proprio con Tiribocchi, abile a deviare in rete da due passi un cross di Gemiti. Al 90' i veneti vanno in vantaggio: corner di Semioli e colpo di testa vincente di Pellissier. Ma il Cagliari non s'arrende e al 94' pareggia con un sinistro ravvicinato di Gobbi.