Il Cagliari batte l’Ascoli e fugge dall’ultimo posto

Andrea Frigo

da Cagliari

Sonetti a fine partita guarda la classifica e gongola: il suo Cagliari ha conquistato sette punti nelle ultime quattro gare e battendo al Sant'Elia anche l'Ascoli, dopo la Sampdoria, supera tre squadre e inguaia i marchigiani, che non vincono ormai da nove giornate. Cagliari subito in vantaggio, all'8', grazie ad una sfortunata deviazione nella propria porta di Del Grosso, su corner di Conti. I rossoblu premono sull'acceleratore e trovano il raddoppio al 26', su rigore concesso da Rodomonti per un contatto in velocità tra Comotto e Langella, fuggito in contropiede: vibranti le proteste dell'Ascoli, al quinto rigore contro. Dal dischetto Suazo non si fa ipnotizzare da Coppola (capace una settima fa di parare il tiro del reggino Cozza) e scarica sotto la traversa un destro imprendibile. Nella ripresa, al 10', arriva la rete capolavoro di Biso (sforbiciata al volo su cross di Fini), che non basta però per salvare l'Ascoli.