Cagliari, ritrovato Enrico Farris

Il bimbo di 11 anni era uscito ieri mattina per andare a scuola ma non aveva fatto ritorno a casa. A trovarlo, in una grotta, è stato un pastore di Samatzai. Si era allontanato per timore dei colloqui scolastici con i genitori, in programma domani

Cagliari - È stato ritrovato Enrico Farris, il bambino di 11 anni scomparso ieri in Sardegna. Era nascosto in una grotta. È stato trovato da un pastore di Samatzai che ha controllato un grotta nell’ipotesi che il bambino vi potesse aver trovato rifugio. Nella zona era in corso una battuta dei carabinieri, con l’impiego di unità cinofile e di un elicottero che coordinava le ricerche dall’alto. Enrico appare in buone condizioni.

Il bambino è in buone condizioni Enrico è in buone condizioni di salute. Lo ha accertato un medico convocato in caserma dai carabinieri di Samatzai, che lo ha sottoposto a un accurato controllo valido anche ai fini medico-legali. Il bambino è rimasto per poco più di di 24 ore all’addiaccio, ma non ha sofferto.

Fuga pianificata Da quanto sta emergendo, il bambino preoccupato per l’esito dei colloqui scolastici previsti per domani, avrebbe pianificato accuratamente la fuga. Da casa aveva portato via pigiama e altri indumenti caldi, messi nello zainetto.

Aveva preso le merendine Prima di uscire per andare a scuola, dove frequenta la prima media, aveva preso anche frutta, biscotti e merendine. Il particolare pare avesse incuriosito la nonna, ma Enrico aveva spiegato di voler offrire la merenda ad alcuni compagni di classe suoi amici.