Con il Cagliari torna in campo capitan Palombo

Angelo Palombo è tornato. Il capitano della Sampdoria oggi scenderà in campo contro il Cagliari dopo la lesione al retto femorale della gamba destra subito durante la gara con la Juventus. Dopo quasi due mesi quindi il centrocampo ritroverà il suo perno: è stato Palombo a chiedere di entrare dal primo minuto e Mazzarri ha deciso di accontentarlo, anche perché il numero 17 vuole essere al top per il derby della prossima settimana. E il tecnico blucerchiato sta facendo due conti, non solo per Palombo ma anche per Campagnaro che, dopo la presenza a Napoli contro i partenopei, oggi al Sant'Elia partirà nuovamente dal primo minuto per sostituire lo squalificato Lucchini, che invece giocherà mercoledì in Coppa Uefa contro lo Standard. L'argentino con ogni probabilità non sarà rischiato in Coppa in modo da poter giocare con il Genoa.
Con Palombo che torna dal primo minuto, Mazzarri sarà costretto al turn over anche a centrocampo: oggi potrebbe restare fuori Gennaro Delvecchio, diffidato e a rischio giallo. Allo stesso modo l'allenatore toscano doserà anche il ritorno dal primo minuto di Padalino, che giovedì è rientrato in gruppo ma che non è ancora al meglio della condizione: «Sono felice per questi rientri - ha commentato Mazzarri -. A Cagliari ci aspetta un confronto impegnativo e abbiamo avuto solo due allenamenti scarsi per prepararlo. La partita successiva all'impegno di Uefa è sempre la più difficile, soprattutto dal punto di vista fisico, visto che giocare contro lo Stoccarda, anche per le condizioni climatiche è stato piuttosto impegnativo».
A Cagliari poi non sarà una gara facile, visto che gli isolani stanno attraversando un buon momento, tanto da riuscire ad agguantare nell'ultimo turno di campionato un pareggio in extremis contro il Napoli. Per questo Mazzarri non si fida: «Sappiamo che i sardi nelle ultime giornate hanno fatto tantissimi punti, stanno attraversando un momento di forma favorevole». Nella Sampdoria rientrano tutti, o quasi, visto che Mirante alle prese con l'influenza non è stato convocato e al suo posto ci sarà il giovane Fiorillo. Davanti ancora Bellucci, al rientro dopo essere partito dalla panchina con lo Stoccarda, al fianco di Cassano, costretto a fare gli straordinari con quattro partite in dieci giorni.