Con Cajkovskij e Meldelssohn si chiudono i concerti fiorentini «Note di primavera»

L'ultimo appuntamento del ciclo, promosso dalla prestigiosa Scuola di Musica di Fiesole, vedrà Nicola Paszkowski dirigere l'orchestra Vincenzo Galilei, con l'interpretazione del violinista Fabrizio Falasca e della pianista Sinforosa Petralia

Il ciclo di concerti organizzato dalla Scuola di Musica di Fiesole, « Note di Primavera», si conclude con l'ultimo appuntamento di giovedì 12 maggio.
Alle 21, presso l'Auditorium Cosimo Ridolfi di Firenze, Nicola Paszkowski, un musicista ormai lanciato sulla scena internazionale, dirigerà l'orchestra Vincenzo Galilei, nella Serenata per archi di Cajkovskij e nel Concerto per violino, pianoforte e orchestra d'archi di Mendelssohn della cui interpretazione saranno protagonisti altri due allievi fiesolani: il violinista, Fabrizio Falasca e la pianista Sinforosa Petralia, cresciuti nelle file rispettivamente dei corsi di Felice Cusano e Pietro De Maria.
La manifestazione, organizzata in collaborazione con Banca CR Firenze, dà l'occasione di conoscere i talenti formatisi nella prestigiosa scuola sulla collina di Fiesole.
Fabrizio Falasca si è perfezionato con M. Marin, L. Ciulei, P. Graffin e, attualmente, con Felice Cusano presso la Scuola di Musica di Fiesole, oltre che presso l'Accademia Stauffer di Cremona e l'Accademia Chigiana di Siena con Salvatore Accardo. Suona un Ansaldo Poggi del 1968 della Scuola di Musica di Fiesole.
Falasca si è diplomato con lode e menzione speciale presso il conservatorio di Salerno con M. Aiello. Ha vinto molti concorsi nazionali e internazionali fra cui: l'European Grand Prize of Music Mendelssohn Cup, M. Benvenuti di Vittorio Veneto. A settembre 2010 si è classificato terzo al Premio Città di Vittorio Veneto dove la critica l'ha definito "un talento eccezionale dotato di una grande maturita stilistica". Si è esibito da solista in prestigiosi festival come: Ravello Festival, Festival di Musica da Camera di Napoli, Estate Fiesolana, Festival dei Due Mondi, concerti dell'AVAM. Ha svolto un'intensa attività sia con complessi cameristici, sia orchestrali con concerti in Italia e in tutto il mondo.
Ha suonato insieme a musicisti della levatura di Accardo, Piovano, Mallozzi, Balzani e, da solista, con orchestre come l'orchestra di Padova e del Veneto, l'orchestra da camera della Campania, l'orchestra da Camera Italiana, l'orchestra I Solisti di Napoli e I Solisti del San Carlo.
Ha vinto audizioni presso il San Carlo di Napoli ed è stato primo classificato per l'orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia. Inoltre, collabora come Concertino dei primi violini presso l'orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Ha un repertorio che spazia dal barocco al romantico e alla musica contemporanea.
Sinforosa Petralia ha conseguito il diploma di pianoforte nel 2006 riportando il massimo dei voti e la lode e dal 2007 segue il corso di perfezionamento con Pietro De Maria presso la Scuola di Musica di Fiesole. Ha partecipato a numerosi concorsi pianistici tra cui Tonino Pardo, Città di Balestrate, Muzio Clementi, Nuovi Orizzonti di Arezzo, Giulio Rospigliosi di Lamporecchio, Arcangelo Speranza di Taranto.
In più occasioni ha tenuto recital e si è esibita in concerti in diverse città della Toscana e a Trapani, Palermo, Marsala, Modica, Fiesole, Buenos Aires, Cortina D'Ampezzo, St. Moritz.
Ha partecipato alle masterclass tenute da Pietro De Maria a Samedan, presso l'Internationale Engadiner Sommer-Klavierakademie, a Bardonecchia presso l'Accademia di Pinerolo negli anni 2008 e 2009 e a Cortina nel 2010 presso L'Accademia Dino Ciani. Ha partecipato alla masterclass tenuta da Alexander Lonquich nel dicembre 2009 e 2010 presso l'Accademia Cristofori di Firenze.
Nicola Paszkowski è direttore docente dell'Orchestra Vincenzo Galilei della Scuola di Musica di Fiesole e dal 2000 dell'Orchestra Giovanile Italiana.
Si è diplomato in direzione d'orchestra con il massimo dei voti al Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze, sotto la guida di A. Pinzauti e si è perfezionato con F. Leitner, C.M. Giulini, E. Tchakarov.
Attivo sia in campo sinfonico sia nel teatro d'opera, ha collaborato con numerose istituzioni tra le quali l'Orchestra della Toscana, il Teatro Verdi di Pisa, l'Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, l'Orchestra Filarmonica di Torino, l'Orchestra Sinfonica Siciliana, l'Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, l'Orchestra Regionale Veneta, l'Orchestra Haydn di Bolzano, l'Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, il Teatro Massimo di Palermo, l'Orchestra Filarmonica di Montecarlo, l'Orchestra Filarmonica di Cracovia.
Ha diretto il concerto in onore del quinto anniversario del pontificato di Sua Santità Benedetto XVI offerto dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, al Festival Anima Mundi e su invito del Maestro Muti una nuova produzione del Trovatore con l'Orchestra Luigi Cherubini e al Ravenna Festival.
È stato protagonista del concerto per la pace che si e svolto in Israele e Palestina alla guida dell'Orchestra Giovanile Italiana e trasmesso in mondovisione dalla Rai. Nel marzo 2011 e stato chiamato dal Maestro Muti a sostituirlo alla guida dell'Orchestra e del Coro del Teatro all'Opera di Roma per il Nabucco al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo in occasione dei 150 anni d'Italia.
Ha inciso per le case discografiche: Dynamic, Arts International, Fenice, Brilliant.