Calano le attese sulle «directory»

Cairo Communications

Cairo Communications ha annunciato una drastica revisione al ribasso per i risultati attesi per la controllata Cairo Directory, ma può almeno parzialmente consolarsi con l’andamento della raccolta pubblicitaria su La7. A margine di un incontro con gli analisti finanziari, il fondatore Urbano Cairo ha anticipato alcuni piani editoriali, ammettendo tuttavia che il progetto di quotidiano popolare resta ancora un sogno nel cassetto. Tra le possibili novità, periodici di arredamento e salute e un newsmagazine. «Tutto dipende dal direttore e dalla formula, il prezzo non basta» ha detto Cairo. Quanto alle stime di fatturato degli elenchi, i ricavi attesi per il primo ciclo di vendita calano a 15 milioni, quelli per il secondo a 28 e 46 per il terzo. Le vecchie attese erano 43,5 milioni per il primo ciclo, 80 per il secondo e 120 per il terzo. Meglio l’andamento della raccolta pubblicitaria su La 7: al 28 febbraio 2006 il portafoglio ordini era di 26,6 milioni, in crescita di quasi 20% rispetto alla stessa data del trimestre di confronto.