Calciatrice scopre di essere incinta a 3 giorni dal parto

Silvia, ala del Sao Caetano e riserva della Seleçao femminile di calcio, ha scoperto di essere incinta tre giorni prima di mettere al mondo un neonato prematuro di un chilo e mezzo. «Non immaginavo neanche lontanamente di essere incinta - ha detto la calciatrice di 23 anni -. Prendo la pillola da quattro anni, ed è da tanto che non ho più le mestruazioni. In più, non avevo il pancione, tutt’al più un po’ di eccesso di peso, non ho avuto né nausee né voglie, nessun esame mi ha dato il minimo segnale, come avrei fatto ad accorgermene?». Silvia ha scoperto la gravidanza solo a causa di una forte stitichezza negli ultimi giorni, che l'ha portata a fare esami del ventre. I medici hanno deciso di farla partorire d'urgenza, perché rischiava di perdere il figlio. Il piccolo Luis Fernando per adesso è in incubatrice in una clinica specializzata, perché ancora molto gracile. «Mi era sembrata un po’ lenta, fuori forma, ma senza pancia, nessuno ha pensato ad una gravidanza», ha detto il suo allenatore, Norberto da Silva. Silvia, riserva della Seleçao alle Olimpiadi di Atene, dove ha vinto la medaglia d'argento (sconfitta in finale con gli Usa), e nell'ultima Coppa America, ha giocato con il São Caetano fino a cinque giorni prima del parto. Anche i medici non si spiegano l'assenza di sintomi e di segnali, ma non ritengono che l'attività fisica intensa della madre possa aver arrecato danni al figlio.