Dal calcio alle sbarre: Marassi «condannato» a passare notti insonni

Il quartiere di Marassi non ha pace neanche a notte fonda. Ora che è finito il campionato di calcio per gli abitanti della zona il sonno non è tranquillo neanche in queste sere. Già perché oltre al caldo soffocante che fa rigirare tutti insonni tra le lenzuola ci si sono messi anche gli schiamazzi notturni dei carcerati. E'indubbio che il caldo lo senta-no anche quelli che sono dietro le sbarre e questo sembra averli fatti uscire completamente di testa. Il motivo di tutto ciò il sovrappopolamento infatti dopo l’indulto dell’agosto del 2006 (...)