Calcio allievi, torneo fair-play per atleti leali e vigorosi

Il quadrangolare, organizzato dalla Firmo (Fondazione Italiana Ricerca Malattie Ossee) e dalla Figc con il coinvolgimento del Settore giovanile e scolastico, si svolgerà il 30 e 31 maggio sui campi di Coverciano con le migliori squadre di Lazio, Toscana, Puglia e Veneto: i vincitori saranno premiati da Paolo Rossi

Sensibilizzare i giovani calciatori e calciatrici, i loro genitori e gli allenatori, alla conoscenza di una sana e corretta alimentazione «per avere ossa forti». È l'obiettivo della prima edizione del Torneo di calcio «Fair Play - Non rompere le ossa», organizzato dalla Fondazione Firmo (Fondazione Italiana Ricerca Malattie Ossee) e dalla Figc, con il coinvolgimento del Settore giovanile e scolastico.
Il quadrangolare, che si svolgerà il 30 e 31 maggio sui campi del Centro tecnico federale di Coverciano, vedrà opposte le squadre della categoria Allievi di Lazio, Toscana, Puglia e Veneto che nel corso dei propri Campionati Regionali avranno realizzato il miglior punteggio nella classifica disciplina (quelle, cioè, che avranno collezionato il minor numero di ammonizioni ed espulsioni). La squadra vincitrice sarà premiata domenica 31 maggio da Paolo Rossi, campione e goleador del Mondiale di Spagna '82 e attualmente opinionista di Sky Sport.
«Siamo onorati di collaborare con il mondo del calcio - ha dichiarato nel corso della presentazione l'endocrinologa Maria Luisa Brandi, presidente della Firmo e specialista di osteoporosi - Sappiamo che il calcio è sollecitato da tante parti, ringrazio il presidente Abete per la sensibilità mostrata. Per crescere con le ossa forti occorre fare sport e alimentarsi con le giuste sostanze». Alla presentazione hanno partecipato vari rappresentanti dei Comitati Regionali della Figc e Massimo Giacomini, presidente del Settore giovanile e scolastico della Federazione.