Calcio, Dzeko contro Ronaldo, al via gli spareggi per Euro 2012

Bosnia-Portogallo è la rivincita della sfida che qualificò i lusitani per gli ultimi Mondiali in Sudafrica. La Croazia in Turchia vuole «vendicare» l'eliminazione dalla rassegna continentale del 2008. L'Irlanda del Trap affronta la sorprendente Estonia. Cech in dubbio per Repubblica Ceca-Montenegro: se giocherà dovrà indossare una maschera protettiva per il naso, fratturato in Premier League

Otto contendenti per gli ultimi quattro posti per Euro 2012. Vanno in scena gli spareggi, che consegneranno le ultime quattro squadre che andranno a formare le partecipanti alla fase finale dei campionato europei di Polonia e Ucraina del prossimo anno. Turchia-Croazia, Estonia-Repubblica d'Irlanda, Repubblica Ceca-Montenegro e Bosnia-Portogallo si giocano tra domani e martedì un posto per gli Europei.
La Bosnia cercherà di «vendicarsi» del Portogallo che l'aveva estromessa dai Mondiali di Sudafrica 2010. In vista della sfida di Zenica, il ct bosniaco Safet Susic sa che la sua squadra non parte con i favori del pronostico ma conosce bene il valore della sua formazione. «Il Portogallo e Cristiano Ronaldo sono favoriti, ma anche noi abbiamo le nostre qualità - commenta Susic -. Non mi aspetto uno 0-0. Ho un pò di problemi in difesa, ma troverà una soluzione». La Bosnia dovrà fare a meno degli squalificati Papac e Pandza, e dell'infortunato Mujda, ma Susic potrà contare sulla coppia d'attacco formata da Edin Dzeko e Vedad Ibisevic. Grande fascino avrà la sfida tra Dzeko (10 gol in Premier league) e Cristiano Ronaldo (12 reti nella Liga). «La Bosnia è una squadra di qualità - le parole del ct portoghese Paulo Bento - è più matura rispetto al 2009 e ha giocatori come Dzeko, Misimovic e Pjanic. Può giocare con un 4-2-3-1 o un 4-4-2. Da noi, però, ci sono giocatori che l'hanno già affrontata due anni fa e che sicuramente possono essere d'aiuto».
Attesa anche per Turchia-Croazia. Il compito dei padroni di casa, allenati dall'olandese Guus Hiddink non è però facile, anche perchè in casa croata tira aria di rivincita dopo l'eliminazione dagli Europei 2008 proprio per mano della Turchia. Hiddink potrà contare su Altintop, Caner e Ozan ma dovrà rinunciare agli infortunati Sahin e Gokhan Zan. Anche la Croazia deve fare a meno di Petric, Strinic e Kranjcar e Lovren.
L'Irlanda di Giovanni Trapattoni prova a conquistare il pass per Euro 2012 nel doppio confronto contro la sorpresa Estonia. Secondo spareggio per il Trap da quando è ct dell'Irlanda: il precedente, quello per i Mondiali di Sudafrica 2010, quello vinto dalla Francia con il contestatissimo gol di mano di Thierry Henry. I valori in campo vedono favorita la nazionale irlandese.
Rep. Ceca-Montenegro chiude il programma degli spareggi. Il ct ceco Bilek è alle prese con il dubbio se schierare o meno il portiere Petr Cech, infortunatosi sabato in Premier league riportando la frattura al naso. Se giocherà dovrà indossare una maschera protettiva oltre al caschetto che utilizza normalmente per proteggere il capo. I favori del pronostico sono per la Repubblica Ceca ma il Montenegro, da parte sua, farà di tutto per raggiungere la fase finale di Euro 2008. Punte di diamante della formazione montenegrina saranno Mirko Vucinic e Stefan Jovetic.