Calcio, film e notizie formato mini

Diverse le proposte di abbonamento al servizio da parte degli operatori: da 29 a 5 euro

da Milano

L’idea di potere vedere la televisione sul proprio cellulare, ovunque, è indubbiamente intrigante, rimane, semmai la preoccupazione per il costo del servizio. I tre principali operatori telefonici, Tre, Tim e Vodafone presentano una proposta tariffaria molto articolata per questo tipo di servizio.
Tre, in particolare, prevede modalità distinte: una a consumo e due proposte in abbonamento. La prima con un'ampia gamma di offerte che spaziano da La3 a Sky, fino alle partite di calcio Mediaset Premium e, gratuiti, i canali Rai, il meglio di Mediaset e Boing. Il tutto ad uno costo che parte da un minimo di 3 euro al giorno, fino ad un forfait di 29 euro per tre mesi, con alcune offerte intermedie. Gli abbonamenti prevedono un canone di 29 euro mensili per il pacchetto Zero 5 e di 49 euro per il pacchetto Zero 7. Entrambi includono, oltre all’offerta Tv, anche un piano chiamate e videochiamate. L’offerta Tim Tv, gratuita fino al 30 giugno consente invece di vedere i canali generalisti: Canale 5, Italia 1, La7, Mtv e Sport Italia e i canali Premium Sky. Inoltre, il Campionato di Calcio Serie A, le partite interne della Juventus e il meglio del Calcio Europeo fino alla fine della Stagione 2006/2007. Successivamente il costo del canone sarà di 5 euro al mese comprendente la visione dei canali generalisti gratuiti e dei canali Premium secondo le offerte disponibili al momento. Vodafone propone il meglio della programmazione Sky in modi diversi. Particolarmente interessante il pacchetto «No problem 1000» che consente di parlare gratis fino a 1.000 minuti al mese e di vedere i canali dell’offerta base di Sky: Sky Tg24, Sky Sport24, Fox One, Cine Shots, Disney Channel Mobile, DeeJay Tv, Sky Show e Fx, al costo di 39 euro mensili.