«Il calcio non è incompatibile»

La carica della presidenza Telecom è compatibile con il ruolo di commissario straordinario della Figc, ma in ogni caso è la Giunta del Coni a dover prendere qualsiasi decisione: è quanto ha sostenuto ieri mattina Guido Rossi, in una telefonata al presidente del Comitato olimpico nazionale, Gianni Petrucci, e poi al ministro dello Sport, Giovanna Melandri. Rossi ha spiegato che la sua nomina è stata improvvisa, chiarendo che la mancata comunicazione di venerdì era dettata solo dalla rapidità degli eventi, non da scortesia. Il ruolo di commissario straordinario ha un significato di garanzia, e Rossi non lo ritiene al momento incompatibile con il nuovo incarico, fatto salvo che l’autorità sul commissariamento è della Giunta esecutiva del Coni, il cui prossimo appuntamento era già fissato per martedì prossimo, a Roma.