Calcio, stadi chiusi e niente notturne

Confermata la linea dura: il decreto del governo contro la violenza negli stadi di calcio non lascia spiragli alle società. Stadi chiusi dunque se non in regola - anche per le partite delle coppe europee - e niente notturne almeno per tutto il mese di febbraio. Per il resto confermato l’inasprimento dei provvedimenti contro i teppisti. Il commissario della Federazione Pancalli ha già annunciato che da questo fine settimana si torna a giocare, oggi i presidenti delle squadre decideranno come.