Calciomercato, Juventus e Conte scatenati Obiettivi: Rossi, Inler e Sanchez. Piace Aguero

È il giorno del ritorno di An­tonio Conte alla Juve. Ieri sera ha salutato il Siena durante la festa promozione allo stadio Franchi (al suo posto potrebbe arrivare Vincenzo Montella, che ha rifiu­tato di tornare tra i giovani della Roma, le alternative Sannino del Varese e Marino, ex del Par­ma) e oggi il dg Marotta lo ufficia­lizzerà come nuovo tecnico bianconero.

Conte si metterà subito al lavo­ro con la dirigenza per il merca­to, le date del ritiro e il program­ma delle amichevoli. Ma si do­vrà pianificare anche il grande colpo: Aguero dell’Atletico Ma­drid è il sogno, anche se il presi­dente Cerezo ha detto ieri di non aver ricevuto «nessuna offerta per il Kun dalla Juventus» e che per l’attaccante«servono 45 mi­lioni ». Il club torinese vuole of­frirne non più di 30 e intanto ieri Marotta ha incontrato Federico Pastorello, procuratore del terzi­no del City Pablo Zabaleta e del centravanti del Villarreal Giu­seppe Rossi, ritenuti soluzioni più economiche di Lichtsteiner (Lotito insiste nella richiesta di 12 milioni) e di Aguero. Nella se­de juventina anche Giovanni Branchini, manager di Montoli­vo che sta per divorziare dalla Fiorentina. Contatti con Fergu­son e lo United per Nani ( gradito a Conte anche se non è la prima scelta), seguito Fernando del Porto. È slittato al prossimo weekend il vertice con l’Udinese per Inler e, novità dell’ultim’ora, Sanchez.Già contattato l’entou­rage del cileno, che però aspetta sempre l’Inter.

Il Parma invece riscatterà la metà di Giovinco, in comproprietà con i bianconeri. Juve attivissima, Milan al lavo­ro per rafforzare con qualche ri­tocco importante la rosa cam­pione d’Italia. La priorità è una mezzala sinistra o un trequarti­sta: Aquilani è solo un’idea, la trattativa con il Liverpool pare complicata. Affascinanti, ma co­stosi, Fabregas e Schweinstei­ger, in alternativa potrebbe esse­re tentato l’assalto ad Hamsik del Napoli- nome in cima alla li­sta di Allegri - e si pensa anche a Diarra del Real e ad Asamoah dell’Udinese. Il presidente del Palermo Zamparini non tratterrà il gioiel­lino Pastore: «Sono interessati a lui 4 club esteri, Real, Barcello­na, Chelsea, Manchester City, ol­tre alle italiane Inter, Milan e Ju­ve - rivela il patron rosanero - . Credo che alla fine andrà all’este­ro con il Real in pole, sono quelli che ne hanno più bisogno e a Mourinho piace».Sul fronte alle­natore non chiude a Delio Rossi («vorrei offrirgli un altro anno di contratto ma conterà la squadra che vorrà e la parte economica») e apre a Claudio Ranieri («un grande allenatore, ma per lui sa­rebbe un compromesso, non un obiettivo»).

L’impressione è che nessuno dei due siederà sul­la­panchina rosanero nella pros­sima stagione. Tra i candidati c’è Pioli, che per correttezza at­tende di reincontrare Sabatini, ds in pectore della Roma. «Ab­biamo un nuovo appuntamen­­to e intendo rispettarlo, poi mi ri­terrò libero »,così l’ex tecnico del Chievo, in concorrenza per la panchina siciliana con il solito Sannino e Gasperini.L’ex interi­sta Benitez ha detto no all’Atleti­co Madrid. In casa Roma, da ieri la posizio­ne di Sabatini è più solida: gli è stata garantita una maggiore operatività in questo momento di transizione. Entro un paio di giorni, il cda della Roma si riuni­rà per cooptare­un nuovo mem­bro di parte americana e poi no­minare uno interno di fiducia della banca (l’avvocato Cappel­li) con potere di firma. Quello che dovrà avallare le nuove ope­razioni di mercato, oltre al nuo­vo allenatore. A giorni Sabatini incontrerà i candidati rimasti in lizza: Luis Enrique e Descham­ps in ordine di preferenza. Indivi­duato il nuovo portiere: lo juven­tino Storari, tifoso giallorosso. La stampa tedesca scrive inoltre di un possibile incontro del ds ro­manista con i rappresentanti di Podolski del Colonia (costa 12 milioni).

La Lazio ha nel mirino Klose, in scadenza con il Bayern: pron­to un biennale da 1,8 milioni (più premi) a stagione. Mazzarri vorrebbe Palombo (seguito an­che dalla Fiorentina che sonda anche Senna del Villarreal), gli ultras doriani non gradiscono: ieri nuove scritte contro la cessio­ne del capitano al centro sporti­vo blucerchiato. Per il talento del River Plate Lamela possibile asta tra Napoli e Roma: De Lau­rentii­s sarebbe pronto a stanzia­re 15 milioni per il calciatore, già avvicinato da Sabatini nel suo re­cente viaggio in Argentina.