Calciopoli: la Samp trema Riccardo Garrone indagato

Luca Russo

Il futuro del Genoa riparte da Giovanni Vavassori. Per l'ufficializzazione voleva aspettare la fine di questo incredibile campionato, ma le voci di un possibile arrivo di Andrea Mandorlini hanno indotto Enrico Preziosi ha giocare d'anticipo. «L'ho già detto anche ai giocatori - ha dichiarato il presidente - se centrerà la promozione, e a questo punto non ho motivo di pensare il contrario, Vavassori sarà il tecnico dei rossoblù anche per la prossima stagione. Se lo merita per ciò che ha fatto. Piuttosto ho sbagliato io durante l'anno ad esonerarlo». Un attestato di fiducia importante per un tecnico concreto e poco mondano che ha conquistato anche i tifosi: il 'Che l'inse group', un gruppo di amici di Alassio e di Genova uniti dalla passione per il Grifone ha offerto al 'Vava' una vacanza subito dopo la conclusione dei play off.
Ma Preziosi, dopo la vittoria di Monza, che spiana la strada per la finale di ritorno al Ferraris, ha voluto anche anticipare quella che sarà la strategia gestionale della prossima stagione. «Non ci sarà nessun nuovo direttore sportivo - ha annunciato - sarò io in prima persona ad occuparmi della parte sportiva con i collaboratori che attualmente ho a disposizione». E tra questi, se arriverà uno sconto o addirittura un annullamento della squalifica, potrebbe esserci Stefano Capozucca, già direttore generale rossoblù. Un Preziosi determinato dunque, ma ancora stanco. Insomma la bella vittoria al Brianteo con i gol di Zaniolo e Iliev non ha per ora cambiato l'orizzonte dell'industriale dei giocattoli. «Non è certo una partita a cambiare il mio stato d'animo - ha detto - in fondo noi in serie B dovevamo già esserci da tempo. Programmo il futuro, ma non sto a dispetto dei santi. Ora spero nella giustizia, mi auguro che ci riabiliti».
Se lo augurano anche i tifosi che intanto, anche ieri, si sono messi in fila per acquistare i biglietti della partita dell'anno. Fino a domani continuerà la vendita in prelazione (gradinata e distinti presso la segreteria di corso De Stefanis; tribune al Genoa Store) poi da giovedì via alla vendita libera. Per la gradinata pronta una grande coreografia mentre per il dopo partita c'è già chi ha organizzato una festa come quella dei commercianti dei Macelli di Soziglia nel centro storico genovese.
La squadra riprenderà la preparazione nel pomeriggio di oggi a Pegli. Per la partita di domenica Vavassori dovrà rinunciare a Mamede, squalificato, ma riavrà Coppola reduce da un turno di stop. Da valutare invece le condizioni di Rossi, migliore in campo a Monza, ma alle prese con un fastidio muscolare. Risolto infine il giallo legato alla posizione di Scarpi. A sollevare dubbi secondo qualcuno era stata la revoca dell'ammonizione a sole 48 ore dal match con il Monza che avrebbe comportato . «Rispettiamo quanto deciso dalla Commissione Disciplinare di Serie C - ha dichiarato il direttore generale del Monza Luciano Passirani - non abbiamo presentato alcun ricorso». «Non esiste nessuna questione delle 48 ore - ha replicato l'avvocato rossoblù Oberto Petricca - la decisione è valida anche se presa un minuto prima della consegna della distinta all'arbitro».