Calda, glamour (e con l'hashtag) La sciarpa? Ora #maipiùsenza

Lunga, larga, colorata, con frange o pashmina: ormai non se ne può più fare a meno. D'inverno, ma anche d'estate

Ha scalato montagne e conquistato metropoli. Si è imposta come regina delle nevi e come principessa delle strade. È diventata la protagonista dei mesi invernali e il must have sulle passerelle di stagione. Associata e abbinata da sempre a guanti e cappelli, ora si muove e si porta (anche) da sola. Perché la sciarpa sta vivendo il suo momento di gloria. È l'accessorio di punta e tendenza di quest'inverno.

Tanto che gira sui social, tra post, tutorial e tip, con l'hashtag #maipiùsenza, riscuotendo follower e like a non finire. Perché quando le temperature scendono e i venti si alzano, la moda si fa furba e tira fuori dal guardaroba del passato un capo antifreddo di glamour strategico: mentre riscalda, rifinisce con estro il look. Ora più che mai. Ora che dalla versione classica di tradizione british e gusto maschile rettangolare, con frange sul finire, in tartan o in cachemire monocolore - vetrine e collezioni escono dagli schemi e sfoderano nuove declinazioni. Motivi e colori si rinnovano. Formati e dimensioni aumentano. Vecchio e nuovo si intrecciano.

E spuntano sciarpone, scialli, anelli, collari e mantelle da indossare in mille modi diversi. Altro che accessori pratici e funzionali, nati per i gentlemen e pensati per affrontare le temperature rigide, adesso diventano dettagli di stile da sfoggiare in ogni occasione. Per lui e soprattutto per lei. Che davanti non ha che l'imbarazzo della scelta. Può provare, osare, cambiare. In tinta unita o in motivi fantasia. Nerissime o effetto arcobaleno. In nuances naturali o colori forti, senape in primis, a seguire mauve (violetto) e grigio carbone. Spesse o impalpabili. Da portare di giorno e di sera. Da abbinare tono su tono o in contrasto con cappotti, parka e piumini. Con fatture semplici o con fogge bizzarre.

«Multiuso, versatilità e maxi-dimensioni sono le parole chiave per muoversi in questo affascinante mondo di filati», spiega Alessandra Zaltieri, 25 anni di esperienza nel campo e una vita divisa tra le migliori boutique italiane e le tradizionali tessiture del Kashmir indiano. «Per le donne adesso non esiste niente di più chic di una pashmina ampia e avvolgente con cui vestirsi e giocare». Lunga 195 cm e larga 110 cm, in kashmir indiano, lavorata a mano, si può appoggiare sopra il cappotto, girare attorno al collo, con o senza nodo, sotto il piumino, usare come mantella da sera e arrotolare in borsa o in valigia.

Occupa talmente poco spazio che passa in un anello. Eppure riscalda. Eccome se riscalda. In inverno, ma anche in estate. Il segreto? L'autotermoregolazione: nei mesi freddi protegge dal gelo, in quelli caldi dall'umido, funzionando come passepartout. #maipiùsenza.