Caldarroste o ballotte, purché siano castagne

Tempo di castagne. Che sia caldarrosta o ballotta è lei la regina di tutte le sagre di questi fine settimane. Domani all’Acquasanta, alle spalle di Voltri, la Castagnata avrà inizio alle 14.30 (la località è raggiungibile con la linea 101 Amt in partenza dalla stazione ferroviaria di Voltri). Organizzata dai Monaci Paolini in collaborazione con il gruppo dei volontari del santuario sarà una festa anche della solidarietà per la raccolta di fondi per la missione in Camerun. Stessa ora per l’appuntamento di Sampierdarena, a Villa Scassi in via Cantore, con i «valoi» della Pro Loco di Rossiglione che in costume d’epoca rinnoveranno l’antica arte della cottura delle rostie nelle caratteristiche padelle giganti. A Genova appuntamento anche a Sessarego di Bogliasco e per la festa parrocchiale di Santa Maria della Castagna, nella zona di Quarto. Dalle 15 alle 20, poi, castagnata anche presso l’ex scuola Fogazzaro, in via del Boschetto 2 a Coronata. Domani le prelibate castagne locali invece sono servite nella «Festa d’Autunno» a Calizzano (Savona). A Uscio si tiene il castagnello, mentre una montagna di castagne sarà protagonista anche Bavari. Sagra della Castagna anche a Cornice di Sesta Gaudano (Spezia), a Calice al Cornoviglio (Madrignano) con la festa paesana. A Savona l’appuntamento è a Vezzi Portio, Pontinvrea (Chalet delle feste), Urbe (frazione di Vara Inferiore), Rialto e Pietrabruna (Frazione Boscomare). Festa della castagna anche a Castiglione Chiavarese in località Velva con gastronomia tipica e visita all’eco-museo. Dalle 14 alle 21 possibilità di degustare panelle e panellette confezionate con farina di castagne e variamente condite. Festa anche a San Colombano Certenoli.Festa anche a Cogoleto dove la tradizionale Sagra della castagna con stand gastronomico si svolge dalle 12.30 con possibilità di assaggiare una gustosa polenta e ottimi secondi. Dalle 15,30 intrattenimento musicale e caldarroste per tutti.