Caldarroste per tutti e un mosaico di sapori nell’antica abbazia

I mosaici non esistono solo nell’arte, ma anche a tavola. Ne è riprova la manifestazione «Mosaici di sapori», rassegna enogastronomica ideata dal Fondo per l’ambiente italiano per tutelare le tradizioni regionali, che si concluderà oggi all’Abbazia di San Fruttuoso di Camogli. Dalle 10 alle 16 i visitatori possono trovare degustazioni guidate a formaggi e salumi da razze antiche, vini da rari vitigni autoctoni, prodotti delle tradizioni locali, nonché visitare il mercatino dei prodotti tipici.
Gastronomia e tradizione dunque. E cosa c’è di più tradizionale di una bella castagnata? Ancora oggi c’è un fiorire di queste manifestazioni, a partire da quella di Castelletto organizzata da Aldo Siri. Qui, in spianata Castelletto e a Belvedere Montaldo, la caldarroste si sposano con la solidarietà perché saranno raccolti fondi a sostegno della scuola di San Giuseppe di via Prè e del Sorriso Francescano. Con le castgne, anche la farinata, e giochi del tempo che fu come il «ciclotappo».
Castagne, focaccini e tanti giochi sempre oggi all’Acquasanta. A partire dalle ore 14, sul piazzale del santuario, oltre alle caldarroste, si potranno gustare i tipici focaccini, sia semplici, che farciti con la nutella e il salame. Saranno poi allestiti giochi e intrattenimenti per bambini oltre alla consueta pesca di beneficenza. Alle 17 Messa al santuario.
Si occupano invece gli alpini dell’organizzazione della castagnata che si svolgerà oggi a Torriglia. Il gruppo alpini di Torriglia ha ottenuto il patrocinio di Comune, Associazione commercianti, comunità montana Alta Val Trebia e dell’Ente Parco Antola per questa 28ª castagnata che prenderà il via alle 14 presso il parco della Torriglietta. Verranno distruiti otto quintali di «restie», focaccette e il famoso vin brulè di Angelo. Ci sarà pure la musica dell’orchestra. In caso di maltempo se ne riparlerà domenica prossima.