Calderoli annuncia: "Non c'è Roma che tenga Il 23 luglio apriremo tre ministeri a Monza"

Il ministro della Semplificazione canta vittoria durante un comizio a una festa del Carroccio: "Il 23 luglio alle 11:30 a Monza apriremo il mio ministero, quello di Bossi e quello di Tremonti. Alla faccia di chi non li voleva e non c'è Roma che tenga"

Milano - "Il 23 luglio, alle ore 11:30, aprono i ministeri, il mio, quello di Bossi e quello di Tremonti, a Monza". Intervenendo a una festa della Lega Nord nel Varesotto accompagnato da Umberto Bossi, il ministro della Semplificazione Roberto Calderoli ha annunciato: "Alla faccia di chi non li voleva, e non c'è Roma che tenga".

Il rapporto con Tremonti "Tremonti lo ha riconosciuto lui stesso che ha fatto una cazzata usando una casa, tutto il resto io credo che se c’è in giro una persona onesta, si chiama Giulio Tremonti. Se abbiamo un prodotto da esportazione si chiama Tremonti: teniamocelo stretto", ha dettoCalderoli a proposito delle recenti vicende giudiziarie che hanno interessato Marco Milanese l’ex consigliere politico del Ministro dell’Economia. Calderoli ha osservato che "Tremonti lo ha riconosciuto lui stesso che ha fatto una cazzata usando una casa, tutto il resto io credo che se c’è in giro una persona onesta, si chiama Giulio Tremonti".

I tagli alle pensioni "Andiamo a toccare le pensioni dai 6-7mila euro in su e non quelle da 1.400. L’anno scorso abbiamo tagliato con un contributo di solidarietà dal 5 al 10% gli stipendi al di sopra dei 150 mila euro e Non è detto che lo stesso contributo di solidarietà non si possa chiedere alle pensioni con 90 mila o 150 mila euro all’anno", ha detto Calderoli a proposito delle modifiche da introdurre alla manovra economica. Modifiche che verranno discusse in una riunione di domani. Il Carroccio ad esempio proporrà, ha spiegato, oltre che un taglio alle pensioni alte anche l’inserimento del concetto di comuni virtuosi nel patto di stabilità. Altre proposte riguarderanno la "tassa sul bollo titoli, il problema del tetto dell’1% alla deducibilità che mette in difficoltà gli investimenti privati come Pedemontana e Brebemi. Un bel po' di cose importanti".